IN IRAN SPUNTA ANCHE LA MODA

    0
    4

    Mideast Iran Business BoomLa moda conquista uno spazio ‘d’onore’ tra i settori coinvolti nella missione imprenditoriale in Iran: Sistema Moda Italia ha siglato un Memorandum of Understanding con Teheran Garmet Union (Tgu), la più importante organizzazione del settore tessile e abbigliamento iraniano che riunisce al suo interno oltre 20mila imprese aderenti.

    L’operazione è arrivata nonostante, inizialmente, il settore moda non fosse tra le categorie prese in considerazione dall’azione commerciale e politica del Governo (la due-giorni del presidente del consiglio Matteo Renzi a Teheran ha invece visto fin da subito la partecipazione di una cinquantina di aziende provenienti dai comparti delle infrastrutture e dei trasporti, dell’industria, idrocarburi e energia). Una mancanza, probabilmente, legata anche alla vacatio generata dal lungo passaggio di consegne tra Carlo Calenda e l’attuale sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto (che ancora non ha ricevuto le deleghe per il settore).

    L’accordo, firmato da Claudio Marenzi, presidente di Sistema Moda Italia, alla presenza di Scalfarotto e del vice ministro dell’Industria Valiollah Afkhami-Rad, “ha come obiettivo – si legge nella nota ufficiale – quello di sviluppare il processo di reciproca internazionalizzazione delle imprese che operano nel settore tessile moda dei due Paesi, incrementarne l’import e l’export e, non da ultimo, rafforzare la cooperazione industriale e la condivisione di know how nello specifico settore del tessile moda”. L’obiettivo è facilitare l’iter burocratico delle imprese italiane che vorranno intraprendere relazioni commerciali con Teharan, ottenendo direttamente la licenza dal Tgu, l’Ente preposto dal Governo a tale incarico. “Siamo molto soddisfatti della firma di questo accordo – ha commentato Marenzi -. Promuovere il confronto e una proficua collaborazione tra le business community italiana e iraniana è un obiettivo importante per la federazione. Il memorandum è necessario per agevolare le condizioni di sviluppo del business in Iran delle imprese italiane del Tessile e della Moda. Oltretutto l’Iran stesso rappresenta un mercato con grandi opportunità che sono certo le aziende italiane sapranno cogliere”.

    (Pambianconews – 13 aprile 2016)