Moda Makers più in grande

    0
    13

    immagine 1L’ edizione primavera estate 2018 vanta numeri da primato. Clima di soddisfazione al taglio del nastro. L’ assessore Palma Costi: “Creare una Fashion Valley è una delle carte che l’ Emilia può giocare”. Elogi allo spirito di aggregazione degli imprenditori di Carpi

     

    CARPI  La moda “invade” il centro storico carpigiano.
    Ha inaugurato nella mattinata di martedì 16 maggio la terza edizione di Moda Makers, la manifestazione organizzata da Expomodena, il consorzio unitario di Lapam e Cna, per conto delle associazioni promotrici Cna, Confindustria e Lapam, con la collaborazione di Promec e di Carpi Fashion System, il progetto coordinato dal Comune con il contributo economico della Fondazione CR Carpi. Fino a giovedì 18 la tensostruttura allestita in piazzale Re Astolfo ospita le collezioni primavera estate
    2018 di 49 aziende di confezione e di maglieria uomo e donna, per la maggior parte del territorio (42) con qualche presenza da fuori regione (7) soprattutto dal Veneto.
    Al taglio del nastro inaugurale hanno partecipato gli organizzatori, i rappresentanti delle associazioni di categoria e le autorità locali e regionali.  Il sindaco Alberto Bellelli ha parlato di “… Grande opportunità per il distretto carpigiano, ma anche per tutta la città”, mentre Roberto Bonasi, presidente di Expomodena, ha sottolineato che “… collaborazione e condivisione sono le parole chiave di questo progetto innovativo, nato grazie alla sinergia tra imprenditori, associazioni e istituzioni”. Una fiera che, rispetto alla prima edizione del maggio 2016 svoltasi a Villa Ascari, è cresciuta in modo esponenziale: in termini di espositori (si è passati da 23 a 49), di superficie espositiva (la tensostruttura è stata ulteriormente ampliata fino a raggiungere 1.350 metri quadrati) e di proposte (da 2 mila a 9 mila capi). “Ci aspettiamo visite da buyer e operatori provenienti da una trentina di paesi europei ed extraeuropei -ha annunciato Bonasi- e di aumentare ulteriormente il numero di visitatori che a novembre si era attestato sulle 700 presenze circa”.
    L’ assessore regionale alle attività produttive Palma Costi ha ricordato che “… il settore moda rappresenta uno dei grandi driver di sviluppo nel mondo dell’ Italia, ma soprattutto della nostra regione. Creare una Fashion Valley è una delle nostre carte da giocare, una grande potenzialità per creare ricchezza e valorizzare il territorio”. Palma Costi ha poi speso parole di ammirazione per l’ intraprendenza e lo spirito di aggregazione degli imprenditori carpigiani. “Partendo dal basso, nonostante la crisi, hanno creduto nelle loro capacità e nel loro saper fare- ha affermato . Caratteristiche che a Carpi sono strettamente legate all’ innovazione e, in particolare, all’ internazionalizzazione. Questo evento rappresenta la migliore concretizzazione del
    motto ‘insieme si può'”.